iPhone 7 e iPhone 7 Plus
Apple iPhone 7

Apple si è recentemente posta all’attenzione del suo pubblico attraverso l’introduzione di terminali innovativi che vanno sotto il nome di iPhone 7 ed iPhone 7 Plus, unitamente anche alle nuove proposte nel settore indossabili da polso riscontrate in occasione del rilascio del suo Apple Watch di seconda generazione. Ad ogni modo, non tutti i progetti Apple sono venuti fuori dall’ingegno degli interessati al progetto.

Questo quanto confermato dalle società Sony e Nokia, le quali hanno provveduto a notificare a chi di dovere la volontà di procedere nei confronti di Apple, verso cui è stata avanzata richiesta di risarcimento per un totale di ben 3 milioni di dollari a causa di alcuni brevetti violati.

Nello specifico, le accuse mosse vertono su proprietà intellettuali inerenti l’utilizzo della modalità di silenziamento della suoneria nel comparto smartphone. In particolare, ad Apple si attribuiscono le colpe circa la copia indiscriminata del progetto iniziale pensato e voluto da Sony nel lontano 1994. Allora, infatti, MobileMedia era controllata da Nokia, cui è da ricondurre la proprietà del brevetto.

A questo sono da aggiungersi ulteriori 15 brevetti presumibilmente violati in merito ai sistemi di rifiuto delle chiamate ed al sistema di attesa, nonché ala fotocamera anche se al colosso di Cupertino è da attribuire solo la violazione per la suoneria per la quale sono stati richiesti, ricordiamolo, 3 milioni di dollari, cui si è arrivati tramite patteggiamento a fronte della iniziale richiesta pattuita in 18 milioni di dollari.

VIA