Apple pesca in casa Google per migliorare l’IA

Apple pesca in casa Google per migliorare l’IA

Qualche giorno fa abbiamo parlato di un’importante numero di assunzioni in casa Apple, per tentare di migliorare uno degli aspetti più criticati dell’azienda, ovvero Siri. Si parla infatti di più di cento ingegneri che avranno il solo compito di fare il proprio meglio su questo fronte. La ciliegina sulla torta però arriva dal New York Times, che afferma il passaggio del responsabile capo della ricerca e dell’intelligenza artificiale da Google ad Apple.

John Giannandrea arriva ufficialmente in Apple

Il nuovo “acquisto”, John Giannandrea, ha lavorato in Google per circa dieci anni, ricomprendo un ruolo di fondamentale importanza per l’azienda. Quest’ultima infatti ha sempre basato la propria fortuna sulla ricerca Web e sull’assistenza virtuale che oggi conosciamo come Google Assistant. Giannandrea rappresentava quindi colui che aveva il compito di gestire tutti questi aspetti.

Non appena le dimissioni sono arrivate, Apple si è subito fatta avanti tentando di accaparrarsi la grande mente, che ha accettato di gestire al meglio l’intelligenza artificiale dell’azienda di Cupertino, sotto l’occhio vigile di Tim Cook. Ovviamente il CEO ha presentato il nuovo membro della famiglia a tutti i dipendenti tramite una email.

La nostra tecnologia deve essere instillata di tutti i valori a cui noi teniamo. John condivide il nostro impegno per la privacy e il nostro approccio riflessivo nel rendere i computer sempre più intelligenti e personali“.

FONTE: New York Times

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: