Dopo lo scontro legale sfiorato con Bose per Beats c’è una novità. Apple si prepara alla guerra e mette nel proprio mirino Spotify, il noto servizio di musica in streaming. Da Cupertino si punta a conquistare nuovi mercati e nuove utenze che possano ingrandire il già enorme giro d’affari di Apple. Così avremo nuovi prezzi e un nuovo stile per Beats Music.

La strategia di Apple è quella di portare i prezzi di Beats Music al di sotto della soglia dei 60 dollari annuali. Porre il prezzo a circa 5 dollari mensili lo streaming illimitato costringerà Apple al cercare di raggiungere un accordo con le case discografiche. Sarà, forse, impossibile convincere i discografici ad abbassare i prezzi a tal punto ma Apple ci spera. Quella di Beats Music sarebbe una rivoluzione, rappresenterebbe, la svolta giusta per scuote un mercato che sta diventando, per Spotify, sempre più monopolistico.

Come abbiamo detto i cambiamenti non saranno solo nel prezzo ma anche nella sostanza del servizio offerto da Apple con Beats Music. Il servizio offrirà presto agli utenti la possibilità di selezionare i brani preferiti da inserire in una playlist, come già avviene con Spotify.