Apple

Apple da record: Tim Cook, CEO dell’azienda annuncia i dati finanziari record dell’azienda, ma il titolo crolla del 7%, bruciando 66 miliardi di capitalizzazione.

Tim Cook, CEO di Apple, ha annunciato ieri i risultati finanziari del terzo trimestre dell’anno fiscale 2015, conclusosi il 27 giugno 2015, dichiarando un fatturato trimestrale di 49,6 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 10,7 miliardi di dollari. Questi risultati si raffrontano con quelli dello stesso trimestre dell’anno passato in cui l’azienda aveva registrato un fatturato di 37,4 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 7,7 miliardi di dollari. Cook ha precisato che ben il 64 percento del fatturato trimestrale è stato rappresentato dalle vendite internazionali ed in particolar modo dal mercato cinese, in grado da solo di totalizzare ricavi per 13.2 miliardi di dollari, raddoppiando i numeri del 2014.

Cook entusiasta dei numeri ottenuti da Apple Music ed Apple Watch

“Abbiamo avuto un trimestre eccezionale, con un fatturato iPhone in crescita del 59 percento rispetto allo scorso anno, forti vendite dei Mac, fatturato record di sempre da servizi, guidato da App Store, e un ottimo inizio per Apple Watch,” ha affermato Tim Cook, CEO di Apple. “L’entusiasmo per Apple Music è stato incredibile, e non vediamo l’ora di rilasciare iOS 9, OS X El Capitan e watchOS 2 ai clienti in autunno.”

Apple da record

“Nel terzo trimestre il nostro tasso di crescita anno su anno ha accelerato rispetto al primo semestre dell’anno fiscale 2015 con un fatturato in aumento del 33 percento e un utile per azione in crescita del 45 percento”, ha dichiarato Luca Maestri, CFO di Apple. “Abbiamo generato un flusso di cassa operativo di 15 miliardi di dollari molto forte, e abbiamo restituito oltre 13 miliardi di dollari agli azionisti attraverso il nostro programma di ritorno del capitale”

iPhone vola ma non come previsto ed il titolo crolla

Apple ha venduto nello scorso trimestre circa 47,5 milioni di iPhone, facendo segnare un +35% rispetto al medesimo periodo del precedente esercizio e generando ricavi di circa 31.37 miliardi di dollari che hanno rappresentato il 63% del totale dei ricavi. Numeri positivi anche per i Mac, con un +8.7% e circa 4.8 milioni di unità vendute.

Apple da record

Discorso diverso per quanto riguarda iPad, con vendite scese di circa il 18%, per un totale di 10.9 milioni di unità, mentre la casa di Cupertino non ha rilasciato informazioni sulle vendite di Apple Watch, primo smartwatch dell’azienda.

Nonostante i numeri positivi, le stime sulle vendite, previste dagli analisti di mercato relative ad iPhone, si attestavano su circa 48.8 milioni di unità contro i 47.5 milioni di dispositivi effettivamente venduti e questa flessione ha evidentemente deluso gli investitori visto che nelle ore successive all’annuncio dei dati finanziari di Apple, il titolo ha subito un pesante crollo alla borsa di Wall Street, perdendo ben il 7% e bruciando 66 miliardi di capitalizzazione.

Via