Apple ha annunciato che non sarà più supportato QuickTime 7 su computer che eseguono qualsiasi versione del sistema operativo Windows e non ci saranno soluzioni a qualsiasi vulnerabilità nota che potrebbero mettere a rischio i dispositivi.

Questo può inizialmente scioccare molti utenti di computer occasionali che ricordano di aver utilizzato QuickTime per molto tempo negli anni ’90 e primi anni 2000, ma la maggior parte dei programmi su Windows oggi è in grado di riprodurre file multimediali da loro stessi e la maggior parte dei principali siti sono passati sopra a Flash e HTML5 per la riproduzione video. Nessuno ormai, incorpora più  video Quicktime.

quicktime

Apple ha rilasciato una dichiarazione che incoraggia tutti gli utenti Windows a disinstallare il programma, e i plug-in associati, dai loro computer e Christopher Budd, Trend Micro’s, ha rivelato che ci sono due vulnerabilità esistenti piuttosto gravi che mettono i computer a rischio.

Budd descrive questi rischi per la sicurezza, come la corruzione codice in modalità remota e gravi rischi di vulnerabilità.

Per disinstallare QuickTime 7 su Windows 10, gli utenti possono trovare il processo eseguendo un Windows Search per “Uninstall QuickTime” o aprendo il pannello di controllo (questo funziona anche in pre-di Windows 10), cliccando su Programmi, Programs e features, quindi selezionare QuickTime manualmente per disinstallarlo. Quelli con altre versioni di QuickTime, sono ugualmente invitati a disinstallarle.

L’era di Quicktime su PC sembra essere quindi finita, Apple comunque continuerà con gli aggiornamenti e sosterrà il programma su Mac. Con l’intera popolazione di utenti di PC spinti a rimuovere definitivamente Quick Time, ci fa supporre che ben presto anche la versione per Mac, farà la stessa fine.

Cosa ne pensi? Pensi che questa scelta faccia parte di un progetto di sviluppo significativo o che sarebbe comunque successo prima o poi? Avete ancora intenzione di utilizzare QuickTime? Fateci sapere.