Apple, Google, HTC, Huawei, Motorola, Microsoft, Nokia e Samsung hanno annunciato un accordo volontario per includere la tecnologia anti-furto su tutti gli smartphone a partire dal prossimo anno, secondo un rapporto di Re/code.

Tutti i grandi produttori, hanno concordato che tutti i dispositivi che vanno in vendita dopo il luglio 2015 dovranno avere capacità di cancellare da remoto i dati e per evitare che il dispositivo venga riattivato senza il permesso del proprietario.

 

A number of state and local lawmakers praised the agreement, though it was panned as inadequate by California state Sen. Mark Leno, who has proposed a mandatory kill-switch law.
“The wireless industry today has taken an incremental yet inadequate step to address the epidemic of smartphone theft,” Leno said in a statement. “Only weeks ago, they claimed that the approach they are taking today was infeasible and counterproductive. While I am encouraged they are moving off of that position so quickly, today’s ‘opt-in’ proposal misses the mark if the ultimate goal is to combat street crime and violent thefts involving smartphones and tablets.”

 

Il senatore ha sottolineato che tutti gli smartphone devono avere caratteristiche “kill switch” simili, o la criminalità di strada e i furti continueranno a verificarsi almeno fino a quando il furto di telefoni darà profitto agli stessi.

E ‘probabile che l’attivazione di blocco di Apple, introdotto con iOS7, soddisfi già i requisiti del contratto. Infatti il blocco, rende difficile l’utilizzo del dispositivo Apple inoltre con  ‘Trova il mio iPhone” abbiamo già la possibilità di tracciare, cancellare e bloccare il nostro iPhone da remoto.