aoc VR

In occasione del Gamescom conclusosi ieri a Colonia, il colosso mondiale del settore display AOC ha presentato il prototipo del proprio primo visore per la realtà virtuale: AOC VR.

Il 2016 è indubbiamente l’anno della realtà virtuale e dello sviluppo delle tecnologie ad essa legate. Un mercato, quello della realtà virtuale appunto, con grandi potenzialità di crescita, sul PC come sullo smartphone, con svariati ambiti di applicazione: il gaming (in particolare in ambito militare), l’intrattenimento video, gli eventi live, la formazione, la sanità, l’ingegneria, persino il Retail e il Real Estate: basti pensare che con headset per la VR è possibile ad esempio avere una prima impressione su una casa anche se a migliaia di chilometri di distanza.

aoc VR

Nonostante poi la realtà virtuale ha già una sua lunga storia per la quale avrebbe dovuto decollare ed affermarsi già da tempo per poi cadere nel dimenticatoio, il 2016 e l’arrivo dei tanti visori da parte di diversi produttori e lo sviluppo di applicazioni e servizi, potrebbero davvero renderlo l’anno della consacrazione globale.

Goldman Sachs ha dichiarato in un rapporto pubblicato nel gennaio 2016 che la VR ha il potenziale per generare un’industria multimiliardaria ed, eventualmente, portare ad un cambiamento di rotta il lento declino dei PC. Queste motivazione hanno spinto AOC ad entrare nel mercato HMD, come dichiarato da Stefan Sommer, Direttore Marketing & Business Management EMEA:

“Come uno dei produttori del display più grande del mondo, noi di AOC siamo sempre stati in prima linea nello sviluppo di display, da desktop che per visori. Sono sicuro che il nostro nuovo visore VR sia solo l’inizio di uno sviluppo affascinante e che i clienti AOC potranno guardare avanti per prodotti ancora più emozionante in un futuro non troppo lontano.”

Come anticipato, il dispositivo è  un prototipo e per ora non sono trapelate le specifiche ufficiali da parte di AOC. Ovviamente non appena avremo qualche dettaglio in più e alcune specifiche sul nuovo AOC VR vi informeremo sulle pagine di Keyforweb.