Animali Notturni, recensione del film di Tom Ford

Animali Notturni, recensione del film di Tom Ford

Animali notturni è l’ultimo ambizioso film di Tom Ford, regista di A Single Man, un film molto interessante che vede nel cast Amy Adams, Jack Gyllengaal, Michael Shannon e Aaron Taylor-Johnson. Ecco in breve la trama: Susan è una raffinata gallerista nascosta dietro vestiti sgargianti e il suo make up livido. Reagisce con glaciale compostezza ad ogni crepa del suo secondo matrimonio e del suo lavoro, quando un giorno l’ex marito Edward le invia un manoscritto, la prima versione di un romanzo a lei dedicato, Animali Notturni. La rigidità e la studiata asettica compostezza di Susan andranno così a frantumarsi e perdersi tra le righe del suo racconto.

personaggioVerità e finzione, due piani narrativi ben distinti con di mezzo un flashback che analizza il rapporto che va andando frantumarsi tra Susan ed Edward. Una realtà filmica con la galleria d’arte e la sontuosa abitazione della protagonista, e la potenza dello scritto e della letteratura, quindi del metacinema. Anche i piani cronologici si intrecciano, il presente di Susan che fa i conti con i ricordi ancora vividi del primo matrimonio, il tutto sommerso in una storia brutale, cruda, devastante, che prende lentamente vita. Gli animali notturni che siamo costretti a leggere e a decifrare, uno spettacolo di puro artificio, una storia nella storia immersa nella violenza, contro animali in cattività guidati da un gigantesco Aaron Taylor-Johnson, pronti a tormentare le anime della famiglia dell’alter ego di Edward, ovvero Tony, sempre interpretato da Jack Gyllenhaal.

personaggio 2Avviene in automatico il meccanismo di immedesimazione in Susan, intenta a seguire il corso di questo viaggio infernale ma intanto deve fare i conti con se stessa. Qualcosa si incrina nella sua grande casa vuota, il tormento interiore prende forma e la sua vita prende una piega inaspettata. Possiamo definirlo come un impetuoso processo di autoanalisi in un devastante calvario. Lei viene messa alle strette, è costretta a confrontarsi una volta per tutte con gli spettri del suo passato che vengono a bussare prepotentemente alla sua porta. Questo è un melodramma consumato in uno spazio freddo, glaciale, nell’atmosfera artefatta dell’alta borghesia, mentre veniamo calati in un thriller nerissimo ambientato nella giungla senza regole di un Texas quasi alternativo. Qui in Animali Notturni, vi è uno spiazzante connubio fra brutalità e bellezza che si pensano si diano man forte ma tutto risulta splendidamente intrecciato col procedere dei minuti. Una poetica messa a nudo che sa come e quando colpire duro nella sua dualità. Atteggiamenti minacciosi in un contesto e la pericolosa sensualità di contorno, il tutto concentrato in una diocesi da condividere senza che la narrazione risulti ridondante.

personaggio 3Tom Ford dimostra di appartenere ad un mondo artistico poliedrico in continua evoluzione, portatore di una cultura che fa dell’estetica uno strumento per generare tensione emotiva e anche una pulsione erotica non indifferente. Animali Notturni è un film complesso e la sua complessità non la si deve ricercare nella sovrapposizione di temi o intrecci, quanto piuttosto nella capacità di riuscire a dare unità a questa struttura e ad argomentare, attraverso una composizione pressoché sublime delle immagini, la vita di Susan e i suoi dubbi notturni, dubbi che le impediscono di dormire. Nella sua violenza trattenuta, le viene incontro la dolorosa vicenda di Tony nella finzione, una parentesi ricca di improvvisi scatti d’ira, una conturbante ma impetuosa sensazione di solitudine aleggia fra le sequenze che ci vengono mostrate. Una costante che rivela la vera natura di Susan, è lei l’ animale notturno che non si dà pace, che in una scena fissa nella parete della sua galleria la parola “Revenge” (Vendetta) scritto a caratteri cubitali e sa benissimo che il suo ex marito gliela sta facendo pagare a caro prezzo. Questo film ha un modo unico di raccontare quello che principalmente è una storia sola e di conseguenza viene fuori un film diverso e non convenzionale, con una recitazione davvero ottima in cui brillano soprattutto Michael Shannon e Aaron Taylor-Johnson. La bellezza di questo film, in generale, sta nel fatto che mentre lo guardi ammiri molto la regia, il feeling, i colori, però soltanto una volta finito si cominciano a mettere insieme tutti i pezzi e capisci quanto queste tre trame siano intrecciate tra di loro, quanto sia veramente profondo, cosa che non noti durante la prima visione.

personaggio 4Il film però dei problemi ce li ha, può risultare molto lento e a volte certi messaggi vengono trasmessi in modo troppo palese e chiaro, come se lo scrivessero sullo schermo. Ovviamente la pellicola non dà tutte le risposte appena finisce, che però è una cosa che bene o male ci si aspetta da un film cosi metaforico. E proprio per questo il prodotto va molto rispettato, proprio per il coraggio che ha di essere un film strano e non convenzionale che sicuramente meriterebbe una seconda visione per essere apprezzato e capito fino in fondo. Un racconto stratificato dalla struttura perfettamente bilanciata e aiutata da un’eccezionale palette cromatica e un montaggio sempre più sostenuto verso le battute finali. Un comparto tecnico che va ad arricchire le personalità messe in gioco del duo Amy Adams e Jack Gyllenhaal, una vera gioia per gli occhi ma anche un pugno allo stomaco devastante assolutamente da recuperare. Animali Notturni è un film del 2016 di Tom Ford, disponibile a partire dal 22 aprile sul catalogo di Infinity.

Pagella Recensione

Valutazione

VOTO

Conclusioni

4

Tom Ford, dopo il suo esordio con A Single Man, torna alla regia di un film dai risvolti thriller. Il film ha ottenuto 1 candidatura a Premi Oscar, ha vinto un premio ai David di Donatello. Il film è stato premiato al Festival di Venezia, 3 candidature e vinto un premio ai Golden Globes, 9 candidature a BAFTA e 3 candidature a London Critics. Un conturbante film dall'estetica magniloquente che oscilla fra melodramma e thriller nerissimo. Da recuperare.

 
Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: