Come ogni anno la stagione estiva porta con sé non solo le tanto sospirate vacanze, ma anche l’orribile fenomeno dell’abbandono degli animali.

A questa nefasta tradizione si è aggiunto un messaggio che torna virale ogni estate sui principali canali social come Facebook e WhatsApp, ma che invece contiene delle notizie completamente errate. Il post è in circolazione da parecchi anni e si diffonde con facilità perché sembra avere buone intenzioni, ma in realtà si tratta di una bufala, segnalata anche dal Commissariato di PS Online – Italia, la pagina Facebook ufficiale della Polizia di Stato.

Il messaggio parlerebbe di due presunti numeri di emergenza utili per denunciare la presenza di un cane o un gatto abbandonati in autostrada. Il primo sarebbe il 3341051030, ma basta contattarlo per capire che non squilla nemmeno: questo numero apparteneva ad un’iniziativa di ProntoFido del 2011 ed ora non è più attivo. Il secondo contatto indicato erroneamente è il numero verde per la segnalazione abbandono animali 800253608 o 800137079: anche in questo caso basta tentare una telefonata per capire che il servizio non è più attivo.

Sebbene questi contatti siano completamente errati, l’invito a chiamare soccorsi è sempre valido. Inoltre si ricorda che in caso di animali investiti il soccorso è obbligatorio, come specificato anche sul sito LAV: “grazie alle nuove norme del Codice della Strada, il soccorso agli animali è legge: per i trasgressori sono previste sanzioni amministrative”.

Cani e gatti abbandonati: cosa fare e numeri da contattare

Nel caso in cui ci si trovi di fronte ad un cane o un gatto abbandonato bisogna, se possibile, avvicinarsi all’animale in difficoltà muovendosi molto lentamente ed evitare spostamenti repentini che possano spaventarlo ulteriormente.

Nel caso in cui il cane o il gatto abbandonato si trovi in autostrada occorre chiamare la Polizia Stradale o il 112  indicando il nome e la direzione della stessa assieme a un riferimento, come ad esempio il chilometrico posto sui guardrail o il casello appena passato.

Se, invece, l’animale non si trova in autostrada, bisogna chiamare i vigili urbani della zona (Polizie Municipali-Locali-Provinciali – Centralini Comuni e Province – www.comuni-italiani.it) e – nel caso in cui sia ferito – il Servizio Veterinario dell’ASL di competenza territoriale (Servizi Veterinari Aziende USL – www.ministerosalute.it).

Secondo il regolamento della Polizia Veterinaria (n. 320/1954), i vigili urbani sono obbligati a intervenire, così come i Servizi Veterinari delle ASL, i quali devono avere reperibilità costante, anche festiva e notturna. Trattandosi di un Pubblico Servizio, il mancato intervento è denunciabile.

In caso di ritrovamento di un animale selvatico in difficoltà bisogna chiamare il Corpo Forestale dello Stato al numero unico nazionale 1515 o nel caso di specie marine la Guardia Costiera-Capitaneria di Porto al numero 1530, o ancora i Vigili del Fuoco al numero 115 in caso di situazioni particolari (cunicoli, alberi, ecc.). Infine, se l’animale selvatico è considerato pericoloso, oltre alla Polizia è necessario contattare il Servizio Veterinario Azienda USL.

Secondo gli ultimi dati forniti dalla LAV, ogni anno in Italia circa 50 mila cani e 80 mila gatti vengono abbandonati. Un reato punibile con l’arresto o sanzioni pecuniarie in base all’articolo 727 del codice penale, il quale prevede che “Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro. Alla stessa pena soggiace chiunque detiene animali in condizioni incompatibili con la loro natura, e produttive di gravi sofferenze”.

Una pena piuttosto insufficiente per la gravità del gesto, difatti sono stati presentati vari testi alla Camera, che dovranno essere presi in esame, dove si prevede tra l’altro il divieto di detenere animali per almeno due anni per i colpevoli di abbandono.

Ricordiamo inoltre che nel caso in cui si assista ad un atto così crudele è doveroso denunciare la persona responsabile prendendo tutti i dati possibili utili al suo immediato riconoscimento, come ad esempio il numero di targa dell’automobile.

Di seguito il post condiviso su Facebook dalla fanpage ufficiale della Polizia di Stato:

EMERGENZA ANIMALI. All’affacciarsi della stagione estiva compaiono sui social o programmi di messaggistica istantanea…

Posted by Commissariato di PS Online – Italia on Freitag, 30. Juni 2017



Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email:


Hai trovato questa notizia interessante e vuoi ricevere tutte le news di giornata per posta elettronica? Iscriviti alla newsletter di KeyforWeb.it inserendo qui sotto la tua email: