Android N

Già da qualche tempo sono cominciati i rumor e i leak riguardanti la prossima versione del sistema operativo mobile del colosso di Mountain View, Android N. Se Google si comporterà come fatto in passato, conosceremo il nome ufficiale di questa release soltanto al keynote dedicato ad Android previsto per il terzo trimestre del 2016 ma fino ad allora la documentazione di Google continuerà a riferirsi a questo sistema come Android N.

Secondo alcuni rumor, Android N dirà addio all’App Drawer, in maniera analoga a quanto visto sul nuovo LG G5. Ma ciò non è l’unico cambiamento alla UI e le sue funzionalità che potremmo vedere su Android N. Il sito AndroidPolice ha creato dei mockup basati su alcuni screenshot di Android N che non sono autorizzati a pubblicare.

Trattandosi di mockup e trattandosi di un software ancora in pieno sviluppo, la versione finale di queste funzionalità potrebbe anche essere totalmente diversa. Possiamo notare come lo stile grafico a schede tipico del Material Design sia stato rimpiazzato da uno stile più minimale e pulito. Le notifiche ora occupano l’intera larghezza dello schermo del dispositivo e non c’è alcuna separazione tra le notifiche individuali.

Notiamo anche l’assenza delle grandi icone sulla sinistra in favore di icone più piccole e discrete aggiungendo però anche il nome delle applicazioni, cosa assente nell’attuale release. Le app potranno anche mostrare elementi di testo colorati, sebbene in aree limitate. In alto troviamo inoltre alcune icone per l’accesso rapido ai toggle, una feature già vista sui terminali Samsung sin dai tempi di Android 2.3 Gingerbread.

Per quanto riguarda i toggle rapidi, AndroidPolice sostiene che c’è un’animazione di transizione quando si passa dalle notifiche ai toggle, cosa che ovviamente non è possibile vedere dagli screenshot. Anche i toggle rapidi occupano l’intera area del dispositivo, in maniera analoga a quanto avviene con il pannello delle notifiche. Notiamo inoltre la presenza di un tasto di modifica, probabilmente per cambiare l’ordine dei toggle, e la presenza degli indicatori di pagina che suggerisce che i toggle potranno essere posti su più pagine, relegando a pagine secondarie quelli meno utilizzati.

Molti utenti apprezzeranno la ricerca di un design ancora più pulito anche se, ad esempio, la scelta di utilizzare icone piccole per le notifiche può rendere più difficoltoso riconoscere il tipo di notifica a colpo d’occhio.

AndroidPolice fa notare che nei loro mockup persiste ancora l’icona dell’app drawer, questo perchè, a discapito dei rumor, non si è ancora visto nulla di concreto che provi questo cambio di rotta. Ad ogni modo ricordiamo che si tratta di un software non ancora ultimato, soggetto ad ogni tipo di cambiamento fino al rilascio al pubblico. Non ci resta quindi che attendere il Google I/O 2016, che secondo un tweet di Sundar Pichai si terrà dal 18 al 20 maggio, dove dovrebbe essere rilasciata la prima Developer Preview del sistema.

Via

CONDIVIDI
Articolo precedenteGoogle Hands Free, per i pagamenti mobile basta…il viso
Prossimo articoloWindows Phone: vendite in calo del 18% nel 2015 secondo IDC