galaxy s7

Primi e concreti riscontri in merito al rilascio di Android Marshmallow per Galaxy S6 Flat ed Edge, allorché la sesta versione del sistema operativo di Google approda in queste ore in Corea del Sud. L’atteso rollout segue l’archiviazione del programma di beta testing che Samsung aveva inaugurato durante il mese di dicembre, a mezzo del quale veniva offerta la possibilità a consumatori facenti parte di mercati selezionati, di partecipare in modo attivo all’affinamento del software basato su Marshmallow. Spulciando i primi dati emersi, sembrerebbe che il firmware in corso di distribuzione (data di build 22 gennaio 2016) sia strutturato secondo i paradigmi di Android 6.0.1, nello specifico l’ultima release del “robottino verde” ad oggi circoscritta alla gamma Nexus di Google.

Il rilascio di Android Marshmallow per Samsung Galaxy S6 dovrebbe propagarsi in misura maggiore entro le prossime settimane, ed a tale stregua potrebbe esser il Regno Unito a raccogliere per primo la più recente versione del sistema operativo di Mountain View, giacché partecipante (così come la Corea del Sud) al programma di beta testing. Da un punto di vista meramente estetico, Android Marshmallow per Samsung Galaxy S6 non andrà a stravolgere il recente lavoro occorso sull’interfaccia grafica TouchWiz, confermata nei suoi dettami salienti ad eccezione del menù a tendina, rivisitato in termini di tonalità di colore (bianco, in luogo del celeste inaugurato ai tempi di Lollipop); presenti invece le nuove animazioni portate in dote dalla versione 6.0 ed il nocciolo duro di novità salienti, quali Doze (minor dispendio di batteria in stand-by), gestione dei permessi dei vari applicativi e Now On Tap.

Galaxy S6 e' disponibile online da Puntocomshop a soli € 355,00

L’immissione a mezzo OTA del nuovo aggiornamento e, per converso, il rilascio di Galaxy S7 (atteso a febbraio in concomitanza con il Mobile World Congress) segneranno gran parte delle strategie presenti e future da parte di Samsung. Per quanto concerne invece Note 5 e S6 Edge+, non dovrebbe mancar molto all’ufficializzazione dell’upgrade in discorso, come evidenziato d’altronde dal rapporto diffuso in rete qualche giorno addietro; discorso diverso per i dispositivi top di gamma 2014, per i quali le lungaggini di Marshmallow dovrebbero trovare in marzo inoltrato il punto di svolta.

CONDIVIDI
Articolo precedenteTop 10 migliori smartphone più venduti della settimana (25-31 gennaio)
Prossimo articoloBluboo Xfire 2: ecco lo smartphone in metallo più economico al mondo