chromebook

Con il passare delle ore le notizie provenienti dal Google I/O sembrano essere molto più chiare, sopratutto quelle relative a progetti omogenei e interscambiabili. In precedenza è già stato accennata la rivoluzionaria interfaccia grafica di Android firmata Material Design che sarà estesa anche a Chrome OS e a tutti i servizi web. Ma la novità non riguarda solo l’aspetto esteriore, ovvero il look, bensì la possibilità di utilizzare alcune delle app più popolari per Android, come Evernote e Flipboard. Quindi per il momento non tutte.

 

Il cambiamento consisterà nella possibilità di interazione tra i due sistemi operativo; cosa vuol dire? Molto semplicemente, se si possiede uno smartphone Android e un Chromebook e si trovano vicini, potremmo avviare il portatile sollevando il display senza effettuare il login, inoltre le notifiche saranno condivise da tutti e due i dispositivi, infatti ricevendo una chiamata o un messaggio sullo smartphone, trovandoci davanti al notebook, riceveremo la notifica anche su questo oppure potremmo controllare il livello di carica della batteria del nostro smartphone dal notebook e viceversa. Rimaniamo in attesa di ulteriori dettagli da parte di Google.