Amazon

Amazon sfida eBay, integrando un nuovo servizio che consente agli utenti di contrattare il prezzo di acquisto di oltre 150 mila articoli.

Amazon annuncia l’arrivo di una nuova funzionalità, nata dopo aver ascoltato ed accolto le richieste dei venditori che ne chiedevano l’integrazione per stimolare le vendite di determinati prodotti e che permette di poter contrattare il prezzo di vendita di oltre 150 mila articoli, relativi alle seguenti particolari categorie:

  • Arte
  • Collezionismo
  • Sport
  • Spettacolo

Make an Offer

Il nuovo servizio, chiamato da Amazon “Make an Offer”, si differenzierà dalle classiche aste offerte da eBay in alcuni punti cruciali: le contrattazioni tra cliente e venditore sanno private e non pubblicate sul sito di Amazon, una volta inserito un nuovo articolo, ad un determinato prezzo scelto dal venditore, il cliente potrà inviare la propria controfferta ed eventualmente essere contattato, sempre in privato, entro 72 ore per conoscere l’esito della trattativa ed eventualmente procedere per la sua conclusione o per un ulteriore rilancio. Infine, altra differenza sostanziale rispetto ad eBay è che, essendoci un prezzo di partenza “di listino” già prefissato dal venditore e che il cliente potrà contrattare ovviamente con delle offerte in ribasso, l’oggetto in vendita non sarà mai acquistato ad un prezzo superiore a quello iniziale.

Contrattare su tutti gli oggetti in vendita

Inizialmente il nuovo servizio consentirà di negoziare la vendita di oggetti particolari quali, monete e manufatti antichi, oggetti autografati da sportivi famosi, oggetti da collezionismo, purché con valore superiore ai 100 dollari, ma Amazon spera che la novità possa rivelarsi un grande successo, consentendo così di espandere il servizio anche ad altre categorie di oggetti.

Cosa ne pensate del nuovo servizio “Make an Offer” di Amazon? Aspettiamo i vostri commenti!

CONDIVIDI
Articolo precedentePirate Bay oscurato in tutto il globo: sequestrati i server di Stoccolma
Prossimo articoloHuawei Honor Glory 4X, prima immagine e caratteristiche