Amazon Prime Video

Amazon lancia il guanto di sfida a Netflix portando in Italia (e in altri duecento paesi) il servizio Amazon Prime Video, che mette sul piatto film e serie TV visualizzabili in streaming. Un’opportunità ghiottissima, specie per tutti coloro i quali hanno aderito al programma Amazon Prime: la neonata piattaforma multimediale del colosso di Jeff Bezos è infatti inclusa nell’abbonamento annuale di 19,99 euro, che già permette di poter beneficiare di spedizioni rapide e gratuite. Chi non è iscritto a Prime avrà comunque l’opportunità di fruire di un mese di prova gratuita che, una volta scaduta, potrà poi esser facoltativamente rinnovata al costo di 19,99 annui. Nei paesi in cui Amazon Prime non è disponibile, il servizio può invece fregiarsi di un prezzo di listino estremamente competitivo e allettante, specie se facciamo riferimento diretto al suo principale competitor: 2,99 euro mensili per i primi sei mesi, per poi passare a 5,99 euro. La proposta firmata Netflix parte invece da 7,99 euro, se ricorderete bene.

Amazon Prime Video fa il suo esordio ufficiale con un ampio ventaglio di contenuti. Spiccano innanzitutto alcune serie TV prodotte dalla stessa Amazon, quali  The Grand Tour, Transparent, Mozart in the Jungle, The man in the high castle (La svastica sul sole) e svariati contenuti audivisivi per bambini e ragazzi come Creative Galaxy, Gortimer Gibbon’s life on Normal Street, Tumble Leaf e Wishenpoof. L’offerta sarà gradatamente impreziosita da nuovi arrivi, ed a tale stregua vale la pena citare  Crisis in Six Scenes, la serie Tv di Woody Allen, Goliath di David E. Kelley, American Playboy: The Hugh Hefner Story, Sneaky Pete Graham Yost, Z: The Beginning of Everything,

Amazon Prime Video è fruibile online all’indirizzo PrimeVideo.com ma anche tramite applicazione ad-hoc progettata per dispositivi iOS (iPhone, iPad), smartphone e tablet AndroidKindle Fire di Amazon. E’ possibile anche effettuare il download dei contenuti su dispositivi mobile. Il portafoglio di prodotti tecnologici supportati è poi esteso da alcune recenti smart TV firmate Samsung e LG, mentre non è invece possibile fruire del servizio Amazon Prime Video tramite dongle Chromecast. Possono essere registrati alla piattaforma infiniti dispositivi, ma, si badi, lo stesso contenuto può essere visualizzabile contemporaneamente soltanto su un dispositivo alla volta.

Per quanto concerne i contenuti presenti su Amazon Prime Video, vale la pena porre una precisazione: la piattaforma è (almeno per il momento) infatti arricchita di film doppiati in italiano e di contenuti proposti invece unicamente in lingua originale con supporto a sottotitoli in italiano. Assenti, purtroppo, contenuti in 4K e HDR. Il servizio selezionerà automaticamente le migliori configurazioni di streaming in base al caso singolo, tenendo conto di informazioni indispensabili quali dispositivo, ubicazione e provider: l’utente potrà tuttavia agire in modo manuale sui detti parametri al fine di limitare il consumo di dati utilizzati durante lo streaming, attingendo per l’occasione sulle seguenti qualità di visione: <<Good>> (qualità buona), <<Better>> (qualità superiore), <<Best>> (qualità ottima).