amazon prime air

Un volo di pochi minuti ha portato ieri una vera e propria rivoluzione nella storia dell’ecommerce: il drone del nuovo servizio Amazon Prime Air ha infatti completato nel Regno Unito la prima spedizione automatizzata in volo del mondo, consentendo ad Amazon di battere sul tempo i progetti di tutti i diretti concorrenti.

Consegne in 30 minuti

Il servizio Amazon Prime Air infatti ha impiegato solo 13 minuti per completare tutte le procedure di consegna di un pacco al destinatario dal momento in cui è stato effettuato l’ordine da un utente di Cambridge nel Regno Unito. Certo il breve tempo di consegna è stato ottenibile soprattutto per l’estrema vicinanza dell’abitazione del cliente rispetto al centro logistico sperimentale di Amazon che comunque ha affermato la propria volontà di integrare il nuovo servizio di consegna a quelli già esistenti dove possibile, al fine di garantire consegne entro 30 minuti dal completamento dell’ordine da parte degli utenti.

Come funziona Amazon Prime Air

Il servizio Amazon Prime Air funziona in modo davvero semplice: una volta ricevuto l’ordine, l’addetto del centro logistico prepara il contenuto del pacco da inviare all’utente come avviene per le spedizioni tradizionali, posizionando però la confezione in plastica su un apposito nastro di trasporto automatizzato che si occuperà di consegnarlo al drone che lo caricherà in modo completamente automatico. Il drone in attesa dell’arrivo del pacco avrà già ricevuto dal sistema le coordinate del volo da effettuare e non appena pronto, inizierà il viaggio, anch’esso completamente automatizzato, posizionandosi ad un altezza di 120 metri circa e sfruttando il proprio GPS interno per le coordinate e gli spostamenti verso la destinazione ed il successivo rientro al centro logistico, il tutto sempre seguito da remoto da appositi addetti Amazon.

Il futuro di Amazon Prime Air

Quello di ieri è stata la prima vera consegna del neonato servizio Amazon Prime Air che presto verrà sperimentato nei centri logistici sperimentali si Amazon presenti già negli USA, in Israele ed in Austria, in attesa inoltre dell’arrivo di un apposita normativa che ne consenta l’utilizzo dove attualmente non consentito, Italia compresa. Inoltre, come ben visibile nel video ufficiale, questo prima consegna con drone è avvenuta in una zona pianeggiante e non troppo abitata mentre differente potrebbe essere il discorso in zone disagiate, montagnose o nei centri abitati, situazioni per le quali saranno necessari ulteriori test, sviluppo ed analisi ma, indipendentemente da ciò, la prima consegna è avvenuta ed ora il futuro è meno lontano e più raggiungibile, grazie ai droni di Amazon Prime Air.

CONDIVIDI
Articolo precedenteThe Last of Us 2: nuovo video svela il motion capture
Prossimo articoloUlefone annuncia U008 Pro, un device tutto d’un pezzo