Amazon-Home-Services

Amazon interromperà le vendite di Chromecast e Apple TV alla fine del mese. Un portavoce dell’azienda ha confermato la decisione lo scorso giovedì, rilasciando la seguente dichiarazione:

Nel corso degli ultimi tre anni, Prime Video è diventato un elemento importante di Amazon Prime. È importante che i lettori di streaming multimediale che vendiamo interagiscano bene con Prime Video, per evitare confusione al cliente. Roku, XBOX, PlayStation e Fire TV costituiscono eccellenti alternative”.

Prima di giovedì Amazon aveva inviato un’email ad alcuni suoi rivenditori, informandoli che non sarebbe stato loro permesso di inserire nel catalogo dello store Chromecast e Apple TV, né i prodotti con funzionalità Android TV, poiché essi non supportavano la piattaforma Prime Video di Amazon. Al momento il gigante di e-commerce elenca tra i suoi annunci soltanto la versione di Chromecast del 2013, e non il dispositivo aggiornato che Google ha svelato all’inizio della settimana. L’email inviata ai rivenditori affermava che tutte le inserzioni riguardanti Chromecast, Apple TV e i dispositivi con tecnologia Android TV sarebbero stati rimossi entro il 29 ottobre.

 

I motivi di Amazon della rimozione di questi prodotti risultano però alquanto nebulosi. Il Chromecast di Google ha un pacchetto SDK aperto, che consente a chiunque di dotare di capacità di trasmissione le proprie app. Apple, d’altra parte, ha appena rilasciato un SDK per la nuova Apple TV, che in teoria dovrebbe consentire anche ad Amazon di realizzare un’app per il device. Ma c’è di più: Amazon ha in realtà creato un’app per i televisori Sony che si avvalgono dell’Android TV, ma non l’ha ancora resa disponibile per il lettore Nexus o altri dispositivi basati su tale piattaforma.

Amazon non ha fornito ulteriori dettagli ma sembra che il divieto sia globale, cioè influenzerà tutti i mercati nei quali questi lettori sono stati venduti in passato, almeno quelli in cui la multinazionale già commercializza i propri servizi e prodotti dedicati allo streaming. In Italia, dove Prime Video non è ancora disponibile, i due dispositivi sono per il momento rimasti in vendita. Inutile ricordare quanto Chromecast, in particolare, fosse popolare su Amazon. L’apparecchio ha a lungo rappresentato il dispositivo di elettronica del sito più venduto degli ultimi tempi, surclassando sicuramente le vendite della Fire TV proposta dal colosso americano.

Via