Android L
I fortunati possessori di un device Google Nexus o Google Play Edition, come il Nexus 5, potrebbero ricevere molto presto sui loro telefoni l’aggiornamento ad Android L, mentre coloro che possiedono dispositivi più famosi (come il Galaxy S4/S5, l’LG G2/G3, lo Xperia Z1/Z2 o l’HTC One M7/M8) dovranno aspettare un pochino di più.
Google ha annunciato che l’introduzione di Android L nella scuderia Nexus (quindi Nexus 5 e Nexus 7) inizierà domani con il rilascio dell’SDK per i due dispositivi. Dunque, prima di quanto immaginiamo, potremo smanettare con la versione beta e poi in un secondo tempo quella definitiva. Di solito le due cose avvengono a breve distanza una dall’altra, anche se in questo caso ci vorrà forse un po’ di più visto che Android L è programmato per uscire ufficialmente non prima della fine di quest’estate. Per quanto riguarda l’aggiornamento del restante universo telefoni e tablet Android bisognerà attendere le conferme ufficiali delle tabelle di marcia personali del produttore. HTC ha già annunciato che aggiornerà il suo One (e One M8) entro 90 giorni dalla ricezione del codice sorgente da parte di Google, ed anche Motorola si è espressa in merito pianificando la data dell’aggiornamento che risulterebbe coincidere con la presentazione ufficiale di Android L prevista per l’ultimo trimestre dell’anno.
Con Android L avremo un’interfaccia rivisitata da cima a fondo, caratterizzata dalla ben nota (e amata) struttura coerente ma allo stesso tempo versatile e dinamica che molti produttori Android, come Samsung e LG, hanno adottato per l’architettura delle loro rispettive TouchWiz e Optimus. Inoltre Google ha definitivamente perfezionato il suo datato processo di notifica che nell’Android classico appariva piuttosto sterile. Anche le opzioni multitasking sono state implementate con un sistema stile Google Now e un compilatore 64-bit, mentre è stato messo a punto il Project Volta di risparmio energetico della batteria.
A quanto pare sono davvero molte le novità pronte ad attenderci, speriamo il prima possibile!

'); //