Il Mobile World Congress 2016 di Barcellona, ci ha portato un sacco di nuovi dispositivi, che presto raggiungeranno le mani di molti, molti clienti. Abbiamo già presentato molti dei nuovi smartphone e tablet che hanno debuttato al MWC 2016 , e ora è il momento di dare un’occhiata alle 4 funzioni più interessanti che sono state annunciate durante l’evento.

Abbiamo un paio di nuove funzioni della fotocamera, una caratteristica della batteria connessa che potrebbe rivelarsi rivoluzionaria, e una caratteristica di design innovativo. Ecco le 4 novità nel dettaglio.

1. Ricarica super-veloce della batteria degli smartphone con la tecnologia di Oppo

 novita 1
Oppo non ha avuto alcuna vetrina di nuovi smartphone al MWC, ma ha annunciato la propria tecnologia di stabilizzazione dell’immagine, così come una tecnologia di ricarica del nuovo marchio di batterie dello smartphone. Quest’ultima, chiamata Super VOOC, è di particolare importanza, dal momento che potrebbe rivoluzionare il modo in cui abbaimo ricaricato finora i nostri telefoni. Secondo Oppo, con Super VOOC, è possibile caricare completamente una batteria 2,500mAh in 15 minuti, utilizzando una MicroUSB, o un cavo USB di tipo C. Secondo quanto riferito, questo risultato è ottenuto grazie ad un sistema di impulsi di carica a bassa tensione, e una batteria personalizzata (Oppo non ha specificato ulteriori dettagli su cosa esattamente significhi). Al momento, non si può dire quando saremo in grado di acquistare gli smartphone che utilizzano Super VOOC, ma si suppone che presto le nuove batterie saranno integrate nei nuovi dispositivi. Naturalmente, i cellulari di casa Oppo, saranno i primi ad avere questa rivoluzionaria batteria, ma se la tecnologia è impressionante come sembra essere, altre aziende potrebbero voler acquistarne la licenza per l’uso sui propri dispositivi. Stiamo in realtà sperando che, un giorno, saremo in grado di caricare qualsiasi batteria dello smartphone in soli 15 minuti. Non sarebbe fantastico?

2. Il design modulare di LG G5

 LG G5
L’ LG G5 rappresenta un cambiamento radicale rispetto agli smartphone di punta LG precedenti, grazie al fatto che è dotato di un metallico design modulare. La parte inferiore del portatile (batteria inclusa) può essere facilmente rimosso e sostituito, ed è possibile farci scorrere un’altra batteria, oppure uno dei nuovi accessori di LG realizzato appositamente per il G5, tra cui una impugnatura della fotocamera (con il pulsante di scatto, controllo dello zoom), o di un portatile lettore audio Hi-Fi DAC realizzato in collaborazione con Bang & Olufsen. Ora, LG non è la prima azienda a giocare con l’idea di un telefono modulare (Google Progetto Ara ci è girato intorno per un bel pò di tempo), ma è il primo a implementare questo sistema su uno smartphone di punta che sta effettivamente andando ad esordire sul mercato (uscita prevista per Aprile 2016).

3. La tecnologia di messa a fuoco automatica di Samsung dual Pixel

 Galaxy-Dual-Pixel
Rispetto alla serie Galaxy S6, Samsung Galaxy S7 e S7 Edge non appare molto diverso, eppure porta con se un bel po ‘di nuove e importanti funzionalità. Ad esempio, Samsung ha cambiato completamente la fotocamera posteriore: invece di una unità di 16 MP con rilevazione di fase di messa a fuoco automatica, il Galaxy S7 offre una fotocamera da 12 MP con grande dimensione dei pixel e messa a fuoco automatica Dual Pixel. Quest’ultima è una caratteristica che, fino ad ora, abbiamo visto solo su fotocamere reflex digitali (come alcuni modelli Canon), quindi è nuovo nello spazio smartphone. A differenza di messa a fuoco automatica a rilevamento di fase, che utilizza il 5% – 10% di pixel per mettere a fuoco, tecnologia Dual Pixel si avvale di tutti i pixel (100%) di una macchina fotografica per realizzare il fuoco. Questo dovrebbe essere in grado di mettere a fuoco soggetti in movimento, o durante la notte. Dobbiamo ancora da testare a fondo la tecnologia di messa a fuoco automatica di Samsung dual Pixel, ma questa può benissimo essere considerata una delle 4 novità più interesanti della nuova tecnologia . Per più dettagli su cosa significhi effettivamente Dual Pixel, leggere il seguente articolo.

4. Fotocamera posteriore grandangolare di LG G5

uscita LG G5

L’LG G5 non è il primo cellulare ad offrire una fotocamera posteriore doppia, quindi quale sarebbe la  grande rivoluzione in questo caso? Ebbene, mentre una delle telecamere posteriori del telefono è una normale 16 MP con un obiettivo 78 gradi (piuttosto mediocre per uno smartphone), il secondo è un 8 MP uno con un obiettivo super-wide 135 gradi, molto più ampio rispetto a qualsiasi altro obiettivo della fotocamera dello smartphone, e anche più largo campo dell’occhio di vista umano (circa 114 gradi). Così, l’LG G5 consente agli utenti di scattare foto grandangolari, a 8 MP, senza bisogno di accessori extra.
Ecco le 4 novità più interesanti e rivoluzionarie, presentate al MWC 2016 di Barcellona. Quale secondo voi, è quella più innovativa?
CONDIVIDI
Articolo precedenteNuova Build 10586.122 Windows 10 Mobile in test per gli insider
Prossimo articoloEmoticon Samsung: Android 6.0.1 Marshmallow ne porta di nuove