all in one vip

La notizia era nell’aria da tempo ma da oggi è praticamente ufficiale: 3 Italia dice addio al roaming con TIM e non per quanto riguarda il traffico dati ma anche per il segnale GSM classico, con ovvie problematiche per tutti coloro che, utilizzando una SIM 3 Italia, si troveranno in una zona con scarsa copertura.

Da questa mattina infatti, 3 Italia ha disattivato il roaming con TIM nelle province di Venezia, Torino, Bari, Cagliari Padova e Rovigo. Sul proprio sito ufficiale 3 Italia ha semplicemente precisato che il roaming nazionale da oggi non è più garantito, mentre al momento il servizio è ancora fruibile nelle zone non interessate al distacco da TIM.

roaming con tim

Precisiamo che nelle aree indicate il roaming con TIM da parte di 3 Italia è inferiore al 2%, per cui il disservizio per i clienti sarà minimo, mentre in altre parti d’Italia il problema potrebbe essere di ben più importante portata.

[AGGIORNAMENTO]

3 Italia (H3G) ha contattato la nostra redazione precisando che le zone interessate dalla disattivazione del roaming con TIM sono esclusivamente quelle dove è stata raggiunta una copertura praticamente completa da parte del gestore e per le quali non si rende quindi più necessario tale servizio.

Questo il comunicato ufficiale di 3 Italia:

«H3G ha avviato un piano di spegnimento parziale del servizio di roaming nazionale in alcune delle aree dove il livello di qualità raggiunto dalla propria rete ha portato alla fruizione nulla o residuale di tale servizio da parte dei clienti “3”. La scelta di spegnere il roaming in queste zone è strettamente correlata al continuo potenziamento dell’infrastruttura di H3G, in particolare della capacità di rete, della copertura outdoor (97% della popolazione) e della copertura indoor con le frequenze a 900MHz (oggi attive in più di 3.200 comuni) che il Ministero dello Sviluppo Economico ha recentemente assegnato anche a H3G. Attualmente le aree interessate dal piano sono quelle di Torino, Padova, Bari e Cagliari. In queste località H3G offrirà il servizio esclusivamente attraverso la propria rete veloce, evitando così quelle potenziali situazioni limite in cui il dispositivo mobile aggancia alternativamente la rete 2G e 3G/4G, provocando temporanee assenze di connessione. Questo si tradurrà in un servizio di qualità ancora più elevata, in particolare con benefici sulla user experience dei clienti che usano i servizi dati come, ad esempio, facebook, WhatsApp, browsing, email e streaming video. Nelle aree non coinvolte dallo spegnimento, il servizio di roaming nazionale su rete TIM continuerà invece a essere disponibile».

VIA

  • Andrea Lazzerini

    Penso che per il segnale GSM classico, il fatto che 3 si appoggi a TIM è FONDAMENTALE perchè spesso e volentieri non c’è copertura. Si stanno facendo autogol secondo me