Home » News » Rumor: Samsung sta testando i servizi di aggiornamento nuovi Galaxy S IV
Samsung

Rumor: Samsung sta testando i servizi di aggiornamento nuovi Galaxy S IV



Voci in rete confermerebbero che  Samsung sta per testare un nuovo servizio di aggiornamento tale da poter controllare le vendite dei suoi dispositivi paese per paese. Samsung vorrebbe esattamente sapere quanti dispositivi sono stati venduti in tutti i paesi dove commercializza i suoi prodotti. La volontà di Samsung è quella di far si che ogni rivenditore venda il prodotto nel proprio paese e non in paesi differenti. Samsung non darà gli aggiornamenti dei dispositivi a coloro che abbiano acquistato un dispositivo al di fuori del proprio paese. Questo potrebbe significare che i distributori dovranno pagare di più per i dispositivi ed i prezzi potrebbero essere più alti anche per i consumatori. Inoltre i clienti dovranno aspettare più tempo per ricevere un dispositivo in particolare. Per ora possiamo solamente dire che Samsung  inizierà a testare questo servizio di “controllo”.
Un’altra cosa da sapere è che Samsung continuerà ad usare entrambi metodi per l’aggiornamento di un dispositivo, il KIES e servizi OTA, ma potrebbe testare altri modi per gli aggiornamenti futuri.

Riassumiamo il tutto con un semplice schema:

Samsung

  • Controllo degli aggiornamenti in ogni paese.  Nuovi metodi di aggiornamento?
  • Esatti numeri di vendita.
  • Potrebbe far alzare i prezzi e annullare gli aggiornamenti per dispositivi non venduti secondo le loro linee guida.

Rivenditore

  • Può vendere solamente dispositivi basati sul proprio paese altrimenti il cliente non può effettuare aggiornamenti.
  • I prezzi nei negozi potrebbero essere più costosi.
  • Ritardo nell’ arrivo dei nuovi dispositivi.
Cliente

  • Cliente non è in grado di aggiornare il proprio dispositivo al di fuori del paese di origine.
  • Prezzi maggiornati per i dispositivi

Se così fosse sarebbe solamente Samsung a guadagnarci… MA manterrebbe le quote di mercato attuali? Voi sareste disposti a pagare di più per uno smartphone sapendo che altrove costa di meno?  E sareste disposti a pagare di meno per avere un terminale che non si aggiorna?

Noi non siamo contenti di questa notizia, e voi?