Home » Game » Recensione Deus Ex – The Fall
screen568x568

Recensione Deus Ex – The Fall



Dopo la lunga attesa,ecco finalmente nello store di Android, Deus Ex – The Fall : rappresenta il seguito di The Icarus Effect di James Swallow, inserendosi perfettamente nella linea temporale di Human Revolution, ma avente come protagonista Ben Saxon. Si tratta di un action RPG con visuale in prima persona, alternata in alcune fasi alla terza persona, che offre tutta la complessità e nel contempo le opportunità di Human Revolution , in ambito mobile. Da questo punto di vista rappresenta un titolo unico nel panorama gaming, e come tale va pesato. L’avventura si snoderà attraverso le location di New Panama, alla ricerca della neuropozina, una sostanza in grado di far accettare all’organismo gli impianti cibernetici innestati. La città è visitabile nell’interezza e la zone da vedere saranno moltissime, oltre che di grande impatto. Le fasi di gioco alterneranno dialoghi che a seconda delle nostre risposte ed abilità, prenderanno una piega diversa, a sequenze di combattimento che al contrario dei classici FPS avanza e uccidi, richiederanno una certa dose di tattica. Al pari di Human Revolution, sono presenti anche alcuni mini-giochi e una vasta gamma di potenziamenti, armi e oggetti acquistabili dal negozio accessibile in qualunque momento mettendo il titolo in pausa.

I menù sono stati organizzati al meglio, ma la complessità e le possibilità offerte dal The Fall, spiazzano un po il player abituato a giochi meno complicati in ambito mobile, così bisognerà farci un po l’occhio inizialmente. Come ogni buon RPG, attraverso l’esperienza guadagneremo punti Praxis che ci permetteranno di aumentare la nostre capacità fisiche e mentali, legate all’uso di impianti cibernetici. Ritornando per un attimo allo shop, potremo acquistare armi, granate, munizioni, barrette energetiche, antidolorifici, kit per l’hacking dei sistemi e molto altro. Oltre alle missioni principali, presenti un certo numero di missioni secondarie riconoscibili nelle indicazioni a schermo di colore verde, che aumentano la longevità e l’impatto emotivo generale. Tutto questo senza nessun in-app purchase, per un titolo che si discosta decisamente dalla maggior parte delle proposte presenti nel market.

GAMEPLAY

Nonostante gli sforzi dei developers, l’interfaccia touch non offre come è lecito attendersi la stessa giocabilità di un joypad, e forse a livello di sensibilità nelle sequenze di combattimento si poteva fare un po meglio, ma con un po di esperienza in-game è possibile prendere le redini della situazione e godere pienamente del titolo. In ogni caso, il sistema di controllo è completamente ottimizzabile da menù opzioni, offrendo più tipologie adatte ad ogni gusto. Per il movimento niente di più semplice, lato sx del display avanzamento e scarto laterale, lato destro per la gestione della visuale. Usati in concomitanza offrono un controllo preciso, ma il problema nasce della immense possibilità offerte in termini di controlli e azioni possibili, un problema decisamente piacevole se consideriamo che potremo avanzare normalmente, in modalità furtiva, sfruttare le coperture, visualizzare un radar la cui precisione sarà influenzata dai nostri potenziamenti, lanciare granate, usare kit medici ed altri oggetti , cambiare armi al volo, o interagire con gli elementi dell’ambiente.Sconsigliabile un approccio diretto e da spaccone con i nemici, non è il genere di gioco adatto e rischiamo di avere vita corta. Molto meglio un atteggiamento furtivo stile stealth (alla Metal Gear Solid), colpi mirati ed attacchi alle spalle, in quanto l’intelligenza artificiale risulta decisamente sofisticata e la fuga potrebbe restare l’unica soluzione una volta scoperte le nostre intenzioni. Nelle fasi di dialogo apparirà a schermo un menù a scelta multipla, dove potremo selezionare un atteggiamento diverso che scatenerà reazioni consone. Un Titolo in sintesi non adatto ai casual gamer, che offre un ottimo spunto sulle potenzialità future di titoli complessi su tablet, terreno migliore per Deus Ex rispetto agli smartphone, per via della complessità dei controlli a schermo.

GRAFICA E SONORO

Arriviamo ai punti di maggior valore, infatti lo sforzo di Eidos Montreal si traduce in una qualità complessiva del comparto grafico superiore a qualsiasi altro titolo simile in ambito mobile. Come potrete constatare attraverso gli screenshots pubblicati, la qualità delle texture, l’uso dei colori, il dettaglio generale, seppure inferiori alla versione PC portano The Fall ad un livello tale da far spalancare la mascella sin dalle prime esplorazioni degli ambienti. Luci in tempo reale e animazioni ovunque, dai cartelloni pubblicitari, ai personaggi secondari che popolano le zone della città, regalano un impatto più che positivo, accompagnato anche da un sonoro di ottimo livello e musiche perfette a ricreare l’ambientazione lugubre e dorata di Deus Ex. Un vero capolavoro da questo punto di vista, che nonostante la poca complessità di certi elementi visti da vicino, offre un mix perfetto che mette a dura prova i nostri dispositivi. Infatti, è consigliabile giocarci con tablet potenti o smartphone a schermi ampi e con processori superiori al dual-core, al fine di godere di una fluidità buona e costante,e di una grafica al massimo della risoluzione. Eidos Montreal consiglia anche di chiudere tutte le applicazioni prima di avviare il titolo, ma dobbiamo riportare come su tablet o smartphone di terza generazione il gioco non riscontri particolari problemi, mostrando buona stabilità, framerate costante e nessun crash improvviso. In una parola, spettacolare.

 

SCREENSHOT

 

 VOTO

  •  Grafica e Sonoro : 9/10
  •  Giocabilità : 8/10
  •  Longevità : 8/10
  •  Voto Finale: 9/10

CONCLUSIONI

Non sarà sicuramente il titolo più semplice da giocare con interfaccia touch, ma l’ottimo lavoro svolto dai developers non ha precedenti su Android. Un gioco tutto da gustare, con una discreta longevità ( circa 5-6 ore di gioco ), che al suo prezzo risulta assolutamente accettabile, se consideriamo la realizzazione tecnica di alto livello, la qualità complessiva del comparto grafico la mancanza totale di in-app purchase, qui si parla di un gioco serio ! Non del classico passatempo domenicale. Se volete un altro titolo di spessore dopo altre impressionanti realizzazioni come ad esempio Xcom: Enemy Unknown, The Fall è sicuramente la scelta giusta !

Potete acquistare il gioco al prezzo di 5,99 €, direttamente dal play store o tramite il nostro badge :

Badge-Google-Play