Home » News » La Polizia di New York collabora con Apple al ritrovamento di iPhone e iPad rubati
NYPD

La Polizia di New York collabora con Apple al ritrovamento di iPhone e iPad rubati



A quanto pare a New York il furto di iPhone e iPad Apple ha assunto proporzioni così smisurate da richiedere la costituzione di un team di polizia specifico che si occupi esclusivamente del loro recupero, direttamente in collaborazione con Apple. La vittima non deve far altro che riferire il codice IMEI alla casa produttrice la quale effettua la localizzazione del dispositivo, comunicandone le coordinate al distretto.

In teoria la possibilità di utilizzare il suddetto codice per tracciare un cellulare è nota da svariati anni, il problema è che non era ancora mai stato concepito un metodo di collaborazione diretta con la polizia.
Grazie a esso si è finora potuto recuperare molti dispositivi rubati (addirittura in una circostanza Apple è riuscita ad aiutare il dipartimento di polizia a catturare un ladro che rivendeva degli iPad rubati a una fermata dell’autobus). La conseguenza spiacevole di tutto questo è che purtroppo la maggior parte dei dispositivi ritrovati dalle autorità erano finiti nelle mani di nuovi acquirenti, che avevano ottenuto il prodotto in buona fede poiché ignari della loro illegittima provenienza e che si sono visti confiscare il bene perché venisse restituito al proprietario originario, come la legge prescrive. Il modo migliore per non incorrere in simili inconvenienti è assicurarsi di acquistare sempre i device in questione da un concessionario Apple autorizzato o dalla casa stessa.