Home » Game » Knack | La recensione completa del nuovo platform per PS4 !
PS4_Knack_Bundle

Knack | La recensione completa del nuovo platform per PS4 !



Oggi vogliamo proporvi una piccola recensione di Knack, uno dei titoli di lancio in esclusiva per PlayStation 4 sviluppato da Japan Studio. Il gioco di per se è un semplice  action/arcade in terza persona, con numerosi elementi platform e combattimenti dinamici, di tipo “cartoonesco” come Crash Bandicoot, decisamente “lungo” (tutto il gioco dura circa una dozzina di ore).

Knack-7

La Storia

In un mondo di fantasia, gli umani e i Goblin sono in guerra da anni, ma ultimamente questi ultimi si sono fatti più pericolosi grazie alle nuove armi moderne di cui si sono misteriosamente dotati. Per contrastarli, gli umani contano tendenzialmente sui robot delle industrie Viktor (uno scienziato miliardario), ma il Dottor Vargas ha una nuova invenzione: Knack una specie di golem (capace di assorbire le reliquie di una misteriosa antica civiltà, in grado di fornire energia se adeguatamente sfruttati), che insieme a Lucas e all’ esploratore Ryder cercheranno di fermarli.

Knack-9

Il Gioco

Le meccaniche del gioco sono abbastanza semplici, ci si sposta lungo un corridoio o “sentiero” cosparso di ostacoli e nemici fino a raggiungere delle arene, in cui troveremo alcuni degli avversari già affrontati prima, e magari un boss intermedio.  I controlli sono elementari,  un tasto per il doppio salto, uno per l’attacco e uno per le mosse speciali, l’analogico sinistro per il movimento, il destro per la schivata.

I Combattimenti

Di fatto Knack possiede solo due attacchi ravvicinati dalla portata ridotta: una serie di pugni, il classico doppio salto con relativa capriola sulla testa dei nemici e la schivata una vera e propria “contro mossa”,   per colpire i nemici dopo che ci hanno attaccato e frantumare le loro corazze, in modo da renderli vulnerabili ai nostri attacchi. Ci sono poi dei brevi quick time event quando gli avversari più coriacei utilizzano le loro armi più efficaci in cui Knack può trasformarsi e sferrare  delle super mosse:  emettere un’onda d’urto,  trasformarsi in un vortice di Reliquie o  colpire i nemici a distanza con un attacco fortissimo, a patto di avere abbastanza cristalli di sole (sparsi nei vari livelli) necessari per caricare gli indicatori delle super mosse. Inoltre in alcune parti del gioco il nostro “eroe” usando specifici materiali, potrà raddoppiare le sue dimensioni, anche se dopo un certo periodo di tempo ritornerà allo “status” iniziale. Ciascuno di questi materiali però ha qualche “debolezza”  di cui bisognerà tenere conto: il ghiaccio si scioglie al calore del sole, il legno si consuma col fuoco, il metallo può essere attratto dai magneti, a parte il vetro, che permette a Knack di trasformarsi diventando invisibile (in realtà “trasparente”) in modo da evitare i sensori laser.

I Nemici

Gli avversari sono di diverso genere: dai semplici ragni, scarafaggi e uccelli, fino ai più “tosti”  goblin, robot, soldati, golem, carri corazzati e boss di fine livello, e l’arsenale è davvero vasto: arco, lancia, mazza, fucili laser, alabarde boomerang, granate, lancia granate, enormi martelli, colpi ad area energetici, missili a ricerca, muri di proiettili sparati da aerei.

Blog Screen 4 - Hidden Room

L’Esplorazione

Knack spinge anche il giocatore ad un minimo di “esplorazione”  per  cercare  una serie di oggetti collezionabili nascosti in “aree segrete”. Forse il termine esplorazione è esagerato, si tratta semplicemente di aguzzare la vista per scovare quel fondale palesemente diverso dagli altri che può nascondere reliquie, pietre solari o meglio ancora pezzi di congegni che possono dare, una volta costruiti, dei bonus al protagonista, come: un indicatore di segreti,  un incremento di combo o un aspetto differente.

L’ Aspetto Tecnico

La risoluzione del gioco è a 1080p. Il protagonista, con il suo corpo fatto da decine di reliquie, è senza dubbio la parte migliore del gioco, ben animato e capace di restituire credibilmente le differenze fisiche tra la sue trasformazioni. Ben fatti gli effetti speciali di luce ed ombra, anche se l’illuminazione non è proprio dinamica, inoltre verso la fine del gioco, quando ci troveremo di fronte a combattimenti  in successione e sulla scena appaiono contemporaneamente carri, mech, aerei e varia fanteria e iniziano a volare missili, proiettili e lame rotanti spesso qualche volta i fotogrammi hanno toccato cifre davvero basse, soprattutto nei campi lunghi. A mala pena sopportabile la scelta di avere inquadrature fisse. Molto gradevoli gli effetti sonori. Ottimo il doppiaggio in lingua Italiana: l’idea che Knack modifichi la sua voce a seconda delle dimensioni è molto originale.  Ma il vero problema di Knack è la grande ripetitività dei livelli e dei combattimenti, con in più un livello di bilanciamento, che in alcune sue fasi risulta molto difficile, infatti il gioco tende progressivamente ad “allontanare” i checkpoint: se all’inizio potrete tirare il fiato dopo ogni arena, dalla metà in poi preparatevi a ripetere 2-3 o anche 4 stanze in caso di errore.

Considerazioni Finali

In conclusione,  Knack  non è certamente  quello che ci aspetta da un titolo “next-gen”, anche se stiamo parlando di un titolo di lancio. Nel complesso però è un gioco piacevole, in parte divertente,  e che senza dubbio è adatto ad un pubblico di tipo “famigliare”. Il gioco viene venduto ad un prezzo di circa 69 €.

Qui in basso potete avere un’idea del titolo. Buon divertimento !

Recensione realizzata da Gianluca Antonacci!