Home » News » iPhone impermeabile grazie alle nano tecnologie

iPhone impermeabile grazie alle nano tecnologie

Al CES di quest’anno, le aziende che hanno risolto in qualche modo questo problema efficacemente stanno attirando l’attenzione dei media e grandi partecipanti. La Liquipel ha affrontato la questione con un rivestimento oleorepellente che ben respinge l’acqua.

Il nano-rivestimento è appena visibile ad occhio nudo e mantiene l’elettronica per lavorare anche se immersi in un secchio d’acqua, come si vede nella clip qui sotto. Il trucco? È necessario inviare il dispositivo al Liquipel per applicare il rivestimento ad un costo di 59 dollari. Guarda il video qui sotto: Può sembrare folle, ma è un vero affare.

[youtube id=”Ln0daAowdJI” width=”600″ height=”350″]

Un’altra azienda si avvale di una tecnica simile:

[youtube id=”JgSZRycg5yQ” width=”600″ height=”350″]

Una società chiamata HzO  utilizza una sostanza chimica di proprietà e materiali di processo giustamente intitolato WaterBlock che sigilla il tuo gadget dall’interno verso l’esterno senza intaccare la funzione e l’estetica. Si differenzia dall’approccio dal proteggendo Liquipel, a livello molecolare, spalmando i componenti effettivi elettronici all’interno del dispositivo per fornire una protezione. Si dice che protegga praticamente qualsiasi cosa da tutti i tipi di acqua e danni da corrosione. Purtroppo, questo non è qualcosa che si può comprare, perché HzO sta cercando la licenza per a propria tecnologia da vendere hai produttori di cellulari così che alla fine tutti gli smartphone del futuro potranno resistente all’acqua già dalla vendita di un nuovo prodotto.

[youtube id=”vVn2cjzZR7Q” width=”600″ height=”350″]

[youtube id=”2nyqvLflbag” width=”600″ height=”350″]