Home » News » CyanogenMod | Arrivano gli aggiornamenti incrementali via OTA!

CyanogenMod | Arrivano gli aggiornamenti incrementali via OTA!



Il team Cyanogen, autore della più popolare custom rom per dispositivi Android, ha fatto un incredibile salto in avanti da quando ha stretto accordi con la società Oppo, realizzando una versione ufficiale della propria CyanogenMod preinstallata sul nuovissimo Oppo N1, e diventando quindi un produttore di software certificato Google.

Uno dei vantaggi per la CyanogenMod di essere un software autorizzato ufficialmente da Google, si è potuto apprezzare alcuni giorni fa, quando in occasione della scoperta di un bug proprio riguardante l’Oppo N1, il team ha reso disponibile per la prima volta, un aggiornamento incrementale di pochi mega, disponibile via OTA, per risolvere immediatamente il problema, mentre in precedenza era necessario scaricare una nuova rom completa da reinstallare in sostituzione della precedente.

Il team ha tenuto quindi a precisare che d’ora in poi, sia su Oppo N1 che su tutti i dispositivi supportati ufficialmente dal processo di installazione CM Installer, potranno ricevere questi piccoli aggiornamenti incrementali di pochi mega via OTA, in sostituzione dell’intera rom, ma che questo comporterà purtroppo un leggero ritardo sull’effettiva disponibilità degli aggiornamenti a causa dei complessi processi di certificazione e verifica da parte di Google.

Facendo proprio l’esempio del piccolo aggiornamento appena rilasciato via OTA per l’Oppo N1, il team della Cyanogenmod ha fatto sapere che il codice era stato scritto circa tre settimane prima dell’effettiva disponibilità, ma che ha dovuto passare prima il test di qualità interno del team per poi essere approvato dal CTS di Google (suite interna di Google che  si occupa di verificare diversi parametri di un software prima di rilasciare il certificato di idoneità), per cui si dovrà abbandonare lentamente l’attuale concetto di versioni rom “nightly” a favore degli “aggiornamenti incrementali” via OTA, ma che comunque l’operazione porterà esclusivamente vantaggi agli utilizzatori della CyanogenMod.

Cosa ne pensate di questi nuovi cambiamenti? Siete favorevoli o contrari? Aspettiamo i vostri commenti!

Sorgente: Cyanogemod