Home » News » CES 2012, voglia di ultrabook

CES 2012, voglia di ultrabook



Secondo Intel i computer portatili hanno ancora tanto da dire. Ecco i nuovi super-notebook avvistati al Consumer Electronic Show.

Questa edizione del Consumer Electronic Show ha aperto sotto il segno degli ultrabook: eleganti portatili sottili quanto potenti, dotati di avvio rapido e una grande autonomia. Computer basati su processori Intel Core che ricalcano la filosofia del MacBook Air Apple.

Produttori come Lenovo avevano svelato le loro carte, già dalla settimana scorsa. Lenovo ha confermato il ThinkPad T430u per l’utenza business (849 dollari) ma nel carrello delle spesa sono stati aggiunti anche gli IdeaPad U310 e U410. I due ultrabook da 13 e 14 pollici partiranno da 699 dollari e verranno equipaggiati con i nuovi Ivy Bridge Intel dal core grafico potenziato.

L’Aspire S5 presentato da Acer è invece tra i primi ultrabook ad utilizzare la connessioneThunderbolt per il trasferimento dati. Il laptop in questione è dotato di un display da 13,3 pollici ma dichiara uno spessore record di 15mm. Gli Acer Aspire Timeline Ultra, proporranno invece schermi da 14 e 15 pollici, insieme ad un sottilissimo masterizzatore DVD. L’azienda taiwanese ha anche presentato il servizio AcerCloud, che partirà dalla prossima primavera. Nuvola gratuita e senza limiti di spazio, dedicata agli utenti.

In primavera dovrebbe arrivare anche la nuova proposta Toshiba da 14 pollici, con il logo della gamma Satellite. Un ultrabook da 799 dollari, pronto ad accogliere il sistema operativo Windows 8, con porta Ethernet, uscita video HDMI e l’ormai “classico” case in metallo spazzolato.

Anche la statunitense Vizio, specializzata in HDTV, entra nell’arena con due ultrabook da 14 e 15,6 pollici, particolarmente eleganti, su cui girerà Windows 7. I prezzi non sono ancora stati comunicati. HP ha invece presentato l’Envy 14 Spectre. Un laptop da 1400 dollari, con protezione Gorilla Glass, che pesa meno di quattro chili e può funzionare per nove ore con una sola carica.

Secondo le proiezioni, da qui al 2015 il segmento degli ultrabook si diffonderanno fino a conquistare il 40 per cento del mercato laptop. Intel sta continuando a promuovere questo formato come alternativa ai tablet e agli stessi notebook, ma per gli analisti i prezzi sono ancora un po’ troppo alti. I prototipi del CES hanno comunque sottolineato che la prossima ondata di ultrabook alzerà ulteriormente il tiro, aggiungendo monitor touchscreen, comandi vocali e tecnologia NFC.

Fonte notizia http://punto-informatico.it